Guido Montanari presenta Torino Futura (Celid).

29 Giugno 2021

18:30

Condividi:

Martedì 29 giugno alle 18:30, sulla terrazza del polo culturale Lombroso16, via Lombroso 16 Torino, Guido Montanari presenta Torino futura. Riflessioni e proposte di un ex vicesindaco (CELID). Con l’autore dialogano Giorgio Morbello e Anna Prat.
Prenotazione  su eventbrite.

Nel 2021 si terranno le elezioni municipali a Torino, a cinque anni dalla sorprendente vittoria di Chiara Appendino e del Movimento 5 Stelle. Il vicesindaco di quella giunta, con le deleghe all’urbanistica, per oltre 3 anni, allontanato dalla sindaca, improvvisamente, nel settembre 2019, torna sulla sua esperienza amministrativa ma soprattutto interviene nel dibattito sul futuro di una città che non ha vissuto l’atteso rilancio e appare delusa da questo fallimento. “È possibile in una società dominata dal moloch del profitto portare avanti riforme urbane democratiche? È possibile aprire una prospettiva di cambiamento attraverso un progetto di città rivolto al futuro che si ponga come esempio di giustizia sociale e di sostenibilità ambientale? Il Sistema Torino, che poi è anche il Sistema Italia, può cambiare, oppure dobbiamo rassegnarci al potere di pochi e all’ingiustizia per tanti?” Il volume è integrato dalla prefazione di Tomaso Montanari, che riflette sul ruolo dell’intellettuale in politica, e dalla postfazione di Jacopo Ricca che, in forma di intervista critica, suggerisce ulteriori spunti di analisi.

Guido Montanari (Milano 1957) è docente di Storia dell’architettura contemporanea e della città presso il Politecnico di Torino. Da sempre impegnato sui temi della difesa dei diritti, del lavoro, dei beni comuni, dell’ambiente e del paesaggio, è stato assessore all’urbanistica a Rivalta di Torino (2012-2016), vicesindaco e assessore alla pianificazione e all’edilizia del Comune di Torino (2016-2019).

Giorgio Morbello. Insegnante di lettere, ha lavorato per “Narcomafie”, ha collaborato a “Lo Straniero” ed è parte della redazione della rivista “Gli asini”. Ha curato per Chiare Lettere “Uno sguardo tagliente” raccolta di scritti giornalistici di Luca Rastello, di prossima pubblicazione.

Anna Prat. Architetto, si occupa di progetti di Sviluppo locale e Rigenerazione urbana e territoriale. Ha lavorato per società di consulenza a Londra e Roma.  Per il Comune di Torino si è occupata di Grandi Progetti Urbani e Terzo Piano Strategico. A Milano ha diretto il Piano Periferie. Attualmente sta lanciando il progetto Valore Urbano Condiviso.

Ordina il libro

EVENTI IN PROGRAMMAZIONE

Dana Grigorcea presenta Una istintiva innocenza

2022-05-28T12:41:34+02:00Categorie Eventi: |11 Giugno 2022| ORE 18|

Bucarest, anni Duemila. Victoria torna a vivere in Romania dopo un lungo periodo trascorso a Zurigo. Costretta a una pausa di riposo forzato dal lavoro, trascorre le sue giornate passeggiando senza meta per le strade di Bucarest e vede riaffiorare uno dopo l’altro i ricordi della sua infanzia trascorsa sotto il regime di Ceausescu

Gian Marco Griffi presenta Ferrovie del Messico

2022-06-09T16:41:06+02:00Categorie Eventi: |30 Giugno 2022| ORE 21|

Se cercate dell’avventura, in questo romanzo ne troverete a bizzeffe. Se cercate della letteratura, con questo romanzo ne farete una scorpacciata. I luoghi e i tempi: Asti, Repubblica Sociale Italiana, febbraio 1944; su e giù per le ferrovie del Messico, tra gli anni Venti e gli anni Trenta del secolo scorso

LA LIBRAIA

Malvina Cagna ha aperto la Trebisonda nel 2011.

Prima di fare la libraia si è occupata di ricerca, progettazione e organizzazione dello sviluppo locale.
Dal 2000 al 2003 ha diretto il festival San Salvario Mon Amour.

PER INFO:
Torna in cima