Fulvio Risuleo e Antonio Pronostico presentano L’ELETTO

Libreria Trebisonda, Via Sant'Anselmo 22

13 Dicembre 2023

ORE 18:30

Condividi:

Mercoledì 13 dicembre alle ore 18:30, in collaborazione con la galleria d’arte Caracol (v. Sant’Anselmo 22) Fulvio Risuleo e Antonio Pronostico presentano il fumetto L’eletto (Coconino Press) in conversazione con Guido Catalano.

Un giovane poeta squattrinato, in un minuscolo banchetto di una fiera della microeditoria. Con scarsi risultati prova ad attirare l’attenzione dei pochi passanti. Nessuno mostra il minimo interesse per la sua ultima raccolta di versi. All’improvviso due uomini in giacca e cravatta attraversano la sala per dirigersi proprio verso di lui. Iniziano a sfogliare il suo libro annuendo vistosamente, e alla fine gli allungano un biglietto da visita. È uno come lui che stanno cercando, lo aspettano il giorno dopo per un colloquio presso la famosa azienda. Per il nostro poeta è l’inizio di una inaspettata e incontrollata ascesa, che lo porterà a entrare nelle grazie del grande capo e a guadagnarsi, tra l’ammirazione e l’invidia dei colleghi, un appellativo che si rivelerà molto pericoloso: “L’eletto”.

L’Eletto è un originalissimo noir aziendale e allo stesso tempo una brillante satira sociale nella tradizione della migliore commedia all’italiana. La coppia formata da Fulvio Risuleo, regista cinematografico e sceneggiatore tra i più interessanti delle nuove generazioni, e Antonio Pronostico, fumettista e illustratore di successo internazionale, dopo Sniff e Tango ritorna con un opera fuori dagli schemi che saprà ancora una volta accendere e conquistare la curiosità dei lettori.

 

 

EVENTI IN PROGRAMMAZIONE

SALOTTINOFF

ESORDIRE

2024-05-10T16:04:01+02:00Categorie Eventi: |9 Maggio 2024| ORE 18:30|

Un incontro con esordienti e loro editor: Raffaele Cataldo e Accento, Nicolò Cavallaro e Hacca, Olga Gambari e Miraggi, Pier Paolo Di Mino e Laurana

Piero Macola presenta LAGUNE

2024-05-10T19:28:58+02:00Categorie Eventi: |10 Maggio 2024| ORE 17:30|

Venezia, in un futuro prossimo: le frontiere sono chiuse, la città è isolata dalla sua laguna e il traffico dei migranti sostiene un sistema di silenziosa violenza