Francesco Vacchiano presenta Antropologia della dignità

Libreria Trebisonda, Via Sant'Anselmo 22

5 Maggio 2022

ORE 18:30

Condividi:

Giovedì 5 maggio alle 18:30 Francesco Vacchiano presenta Antropologia della dignità. Aspirazioni, moralità e ricerca del benessere nel Marocco contemporaneo (edizioni Ombre Corte) in dialogo con Carlo Capello e Laura Ferrero.

Nel Marocco di oggi, la parola “dignità” è utilizzata in discorsi e conversazioni che trattano di argomenti assai diversi. Alcuni la evocano per parlare delle proprie aspettative di prosperità materiale, altri per rivendicare diritti sociali e partecipazione. Riferendosi ad essa, uomini e donne chiedono rispetto e uguaglianza, mentre altri ne fanno un sinonimo di riconoscimento e autorealizzazione. A volte è usata per parlare di emigrazione, altre per immaginare una società più giusta. Osservato da queste prospettive, e dal punto di vista di coloro che se ne fanno portavoce, il concetto esprime un desiderio di benessere e felicità che riflette le forme complesse e plurali su cui si modellano fantasie, speranze e aspirazioni nel mondo di oggi. Attraverso un’analisi dei regimi di autorità morale che le persone utilizzano per interpretare il loro quotidiano e scegliere in quali direzioni condurre la propria vita, il libro – un’etnografia del Marocco contemporaneo basata su un lavoro di ricerca di vent’anni – esplora i modi in cui le persone cercano possibilità di realizzazione attraverso esperienze contrastanti e desideri contraddittori, accettando le norme istituite o cercando di trasformarle. Oltre a fornire un quadro della complessità sociale e morale del Marocco di oggi, il libro offre un contributo al dibattito antropologico su moralità, soggettività e pluralismo nel mondo contemporaneo.

Francesco Vacchiano è ricercatore presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e si interessa da anni di temi all’intersezione fra antropologia e psicologia (emozioni, soggettività, immaginari, moralità). Si è occupato a lungo di antropologia medica e psicologica, di migrazioni transnazionali, frontiere, burocrazie e politiche della cittadinanza, di gioventù e società in Nord Africa e di saperi terapeutici in Marocco e in Mozambico. Oltre ai lavori apparsi in riviste nazionali e internazionali è autore con Simona Taliani di Altri corpi. Antropologia e etnopsicologia delle migrazioni (Unicopli, 2006).

EVENTI IN PROGRAMMAZIONE

LA LIBRAIA

Malvina Cagna ha aperto la Trebisonda nel 2011.

Prima di fare la libraia si è occupata di ricerca, progettazione e organizzazione dello sviluppo locale.
Dal 2000 al 2003 ha diretto il festival San Salvario Mon Amour.

PER INFO: