La vita è troppo breve per leggere brutti libri
Via Sant'Anselmo 22, 10125 Torino
011.7900088
trebisondalibri@gmail.com

Presentazione de Il film della sua vita di Angelo Morino

Martedì 17 luglio alle 21 Vittoria Martinetto (curatrice del libro, professore associato di Lingua e Letterature Ispanoamericane presso l’Università degli Studi di Torino) e Camilla Valletti de L’Indice presentano Il film della sua vita di Angelo Morino (Sellerio 2012).

Il film della sua vita è un libro duro e ardito. È la storia di un rapporto madre figlio e inizia con la scoperta della malattia della madre; la sofferenza svela in lei una profonda insoddisfazione esistenziale o inadeguatezza, che si incentra e si scarica sul figlio assunto a simbolo di tutto ciò che non è riuscito. Un’«epifania» che spinge il figlio a cercare, alle domande che prima, in vita, non si potevano porre, le risposte nella storia di lei, negli eventi che l’hanno portata ad essere, dispiegati come un film, nella loro nuda evenienza.
Angelo Morino non è arrivato a rileggere Il film della sua vita nella realizzazione finale, ma l’impostazione narrativa fondamentale è del tutto compiuta nella struttura drammaticamente tesa tra due presenti: quello della malattia, con l’incalzare di un dolore invadente che sembra la possessione di un demone maligno; quello della vita e delle vite rapidamente trascorse, guidate da un copione inquieto presto diventato silenzio.

Angelo Morino, noto ispanista e contemporaneista, professore universitario, traduttore dei grandi narratori latinoamericani, quali Gabriel García Márquez, Mario Vargas Llosa, Osvaldo Soriano, Marco Denevi, Manuel Puig, scrittore di testi di narrativa e saggi critici, è morto nel 2007 a cinquantasette anni. Con questa casa editrice aveva svolto una lunga e amichevole, preziosa collaborazione, non solo da curatore ma anche suggerendo e indicando un numero considerevole di testi da pubblicare che spesso esulavano dalle letterature di cui era specialista. Altri suoi libri nel catalogo Sellerio, La donna marina (1984), Cose d’America (1995), Nome e cognome di donna. Assunta Spina (1996), Marta Riquelme ovvero Non toccare la donna bianca (1996), Il cinese e Marguerite (1997), Il libro di cucina di Juana Inés de la Cruz (1999), In viaggio con Junior (2002), Rosso taranta (2006) e Quando internet non c’era (2009).

Scrivi un commento