"life is too short to read bad books"
Via Sant'Anselmo 22, 10125 Torino
011.7900088
trebisondalibri@gmail.com

Paolo Panzacchi presenta DRAMMI QUOTIDIANI

Paolo Panzacchi presenta DRAMMI QUOTIDIANI

data/ora
dal 26 set 2018
7:00 PM - 8:30 PM

sede
Libreria Trebisonda

tipo di evento


Garelli, lei è stressato. Garelli lei mi fa un’infarto. Garelli lei mi fa un’ischemia.

Mercoledì 26 settembre alle 19 Paolo Panzacchi presenta il romanzo Drammi quotidiani (Pendragon) con Claudio Marinaccio.

Francesco Garelli, giovane pubblicitario, è sposato con Giulia e ha una figlia di tre anni di nome Elena. Conduce una vita frenetica, dividendosi tra gli impegni di lavoro e quelli del ménage familiare, il tutto condito da qualche rimpianto, rapporti di amicizia saltuari, suoceri invadenti, genitori stressanti e piccole invidie. Francesco è insoddisfatto del rapporto con la moglie, ma crede che ci siano margini per migliorare: per questo le proverà tutte, dallo champagne al pilates, sino a quando non sarà colpito da una strana influenza, durante la quale rifletterà sulla propria condizione. E maturerà una decisione irrevocabile: sparire per sempre. Naturalmente, però, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

Paolo Panzacchi è nato a Sassuolo (Mo) nel 1984 e vive a Ferrara. Nel 2015 per Maglio Editore è uscito il suo romanzo d’esordio L’ultima intervista, vincitore del premio della critica al Premio Internazionale Città di Cattolica. Sempre nel 2015, il racconto Sette e sedici minuti è stato selezionato da Gianluca Morozzi per la raccolta Denti, pubblicata da Fernandel; il racconto Quattro minuti alla fine ha vinto il concorso AG NOIR 2016; il racconto Gli inafferrabili è stato tra finalisti del Premio Giallo Garda 2016. Altri suoi racconti sono pubblicati in varie antologie.

 

Oggi, in un XXI secolo che ci vuole costantemente attivi, anche solo nell’atto di apparire, Paolo Panzacchi declina il suo paradigma dell’essere fantozziano nei tempi moderni. (Claudio Guerra)

Paolo Panzacchi racconta quella che è la vita di milioni di persone con verve e ironia. Non sembra quasi che parli di una cosa seria, l’affronta con leggerezza. Eppure il disagio si avverte; è quello di molti di noi. Lo scoprire che la realtà non solo non è come l’avevamo sognata a quindici anni, ma che a volte ci è proprio indigesta. (Chilidilibri)

Avete presente le gag di Aldo, Giovanni e Giacomo? E Camera Cafè? O Giuseppe Giacobazzi? [...] Una lettura che apre spunti per interessanti riflessioni. Assolutamente consigliato. (liberidiscrivere)

Drammi quotidiani sembra il diario che ogni singolo individuo si ritrova a scrivere tutte le sere prima di andare a dormire. Le pagine dove ci si sfoga del lavoro che non fa per noi, del rapporto a due che non riusciamo a far funzionare e di tutti quei rimpianti e rimorsi che ci si ripropongono come una peperonata mai digerita. Un diario scritto con ironia e che a ogni capitolo ci fa sorridere, una volta in più, delle nostre sfighe. (Crunched)

PANZACCHI LOC