"life is too short to read bad books"
Via Sant'Anselmo 22, 10125 Torino
011.7900088
trebisondalibri@gmail.com

Luca Castelletti presenta IL VANGELO DELLA NATURA

Luca Castelletti presenta IL VANGELO DELLA NATURA

data/ora
dal 12 set 2018
7:00 PM - 8:30 PM

sede
Libreria Trebisonda

tipo di evento


Mercoledì 12 settembre alle 19, Luca Castelletti, traduttore e curatore, presenta Il vangelo della natura, di John Borroughs, edizioni La vita felice. Interviene Danilo Zagaria.

«Non ritengo che l’uomo sia fine e scopo ultimo della creazione; sarebbe logico, credo, immaginare una forma ancor più elevata. L’uomo esiste da un arco di tempo relativamente limitato, poco meno di una delle ventiquattro ore che compongono il vasto giorno dell’orologio geologico; ancora poche ore e si sarà estinto; meno di un altro giorno geologico come quello trascorso e senza dubbio tutte le forme di vita saranno scomparse dalla terra. Ebbene cosa succederà in tal caso? Il gioco si ripeterà più e più volte in altri mondi e l’epilogo sarà non meno lontano e inavvicinabile di quanto lo è per noi oggi. Non vi è una fine definitiva giacché non vi fu un principio assoluto e né l’una né l’altro può esservi al cospetto dell’infinito.»

Pubblicato nel 1912, Il vangelo della Natura fa parte di Time and Change, una raccolta di saggi in cui si riflette sulla bellezza del mondo naturale con acuto spirito di osservazione. Il libro prende le mosse dalla seguente richiesta: un predicatore si rivolge a Burroughs incaricandolo di spiegare ai suoi fedeli quale fosse l’insegnamento della natura. Questa richiesta è il pretesto che porta l’autore a riflettere sull’importanza dell’impatto della natura nella sua vita: «quale insegnamento ho tratto dopo tutti questi anni nella natura a supporto o rinforzo del vangelo che predicava il pastore? Quale preziosa lezione mi hanno trasmesso gli uccelli? E gli animali a quattro zampe? E gli insetti? I fiori, gli alberi, la terra, l’alternarsi delle stagioni?». Lungi dall’essere un testo di matrice religiosa, nel vangelo della Natura la natura è fonte di sapere, trascendenza e portatrice di un orizzonte di senso. «Il nostro immaginario volgarizza e spoglia la Natura della sua divinità. Quando comprenderemo che cielo e terra, tempo ed eternità, pensiero e materia, morte e vita sono una cosa sola e che in Natura non vi è nulla, e nulla può non esservi, che non le sia innato, allora smetteremo di ricercare o tendere a un Dio sconosciuto e distante.» In copertina: American Goldfinch di Luca Motto.