La vita è troppo breve per leggere brutti libri
Via Sant'Anselmo 22, 10125 Torino
011.7900088
trebisondalibri@gmail.com

Lotto quindi leggo

Lotto quindi leggo

data/ora
dal 8 mar 2019
7:00 PM - 8:15 PM

sede
Libreria Trebisonda

tipo di evento


Venerdì 8 marzo 2019 alle 19 la casa editrice Scritturapura presenta il progetto europeo WOLO, Women Love Without Violence e i quattro romanzi che ne fanno parte.

AAA lettrici e lettori cercasi!
Vuoi partecipare alla lettura durante la serata dei brani più importanti del progetto WOLO?
Quattro romanzi, quattro storie di resilienza, quattro punti di vista.
Per info e dettagli manda una mail a: comunicazione.cuttica@gmail.com

Solo uno di noi dorme, di Josephine Klougart
Josephine Klougart è una scrittrice danese che ha ricevuto nel 2013 il Danish Royal Prize for Culture ed è stata nominata per il Premio letterario del Nordic Council. Il romanzo è un racconto intenso di amore e di perdita. Una storia di promesse non mantenute, di disillusione, una celebrazione della vita, del mondo e della bellezza in arte e amore. Protagonista è una giovane donna che fa la scrittrice, come la stessa Klougart, residente a Copenaghen.

Stella non scappare più, di Perihan Magden
Perihan Magden è una giornalista e scrittrice turca, esposta politicamente con il regime di Erdogan. In passato è stata in carcere a causa di un articolo in difesa dell’obiezione di coscienza. Le fonti della casa editrice la danno attualmente fuori dal carcere, ma sotto osservazione. È un romanzo che inizia così: una giovane donna si sveglia sopra un mucchio di pellicce di lusso, in un’ampia cabina-armadio. Chi è, e che cosa sta facendo lì? Il guardaroba appartiene a Stella che, fedele al suo nome, è una delle cantanti pop più note del paese. La giovane donna, il nostro narratore, è una delle sue più grandi fan.

Una nuova epoca, di Ida Jessen
Ida Jessen è una scrittrice danese che ha ricevuto il De Gyldne Laurbær, premio danese, ed è stata nominata per il Premio letterario del Nordic Council. È il diario di una ex insegnante in una piccola città di provincia, vedova da poco, che contempla il suo passato e le opzioni limitate che lei vede per il suo futuro. Torna a scrivere sul suo vecchio diario dopo aver trovato una lettera che lei stessa aveva scritto al marito ricoverato in ospedale e morto poco dopo. Questa anziana donna scrive sul suo diario per alleviare la solitudine e per rivedere la sua vita ora che per la prima volta in assoluto è sola.

Boy, di Wytske Versteeg
Wytske Versteeg è una giovane scrittrice olandese che ha vinto il premio BNG di letteratura, nominata per il Premio Libris letteratura. Il “ragazzo” del romanzo cresce come l’unico figlio dei suoi genitori adottivi. Di pelle scura, è spietatamente vittima di bullismo a scuola, ma a casa non dice nulla. Questo tema si colloca peraltro in una linea editoriale che la casa editrice segue da tempo.